sabato, settembre 03, 2016

La Guerra degli Elementi, I Manoscritti del Destino #4 Veronika Santiago


E siamo arrivati alla fine di questa straordinaria saga, non so da dove iniziare a parlarvi di questo strabiliante ultimo volume ricco di avvenimenti! Ma una cosa la so, appena troverò l'attacco, questo post sarà infinito. Come l'amore assordo che provo per ogni personaggio. Ovviamente sono stata anche io travolta dal lacerante dolore dell'abbandono, ed aimè io ne soffro particolarmente, quindi sto ancora raccogliendo i pezzi della mia povera anima. Questo è un momento agrodolce, dove il ricordo di tutte le avventure passate insieme ti fa' sorridere con gli occhi lucidi. Particolarmente mentre ascolto questa splendida Orange Sky-Alexi Murdoch con questa base dolce e malinconica perfetta per questi ricordi. Come dimenticare il primo incontro con gli Eredi? quando una dolce e magica autrice mi ha trasportato in Scozia per conoscere i suoi ragazzi. Quei giovani ragazzi alla ricerca della propria vita, speranzosi in una salvezza che li portasse verso una vita migliore. Un po' come me. Ragazzi che sono stati salvati e che hanno scoperto di essere molto, molto più di quello che credevano, Eredi di un potere antico, portatori della scintilla del potere di un mondo ormai perduto. 
Un mondo distrutto dai loro stessi antenati, dagli stessi elementi da cui era stato creato e dei quali i ragazzi hanno ricordi. 
Hanno ricomposto il puzzle della tremenda distruzione di Atlas passo dopo passo, con antichi ricordi ereditati insieme alle scintille. Ma queste hanno anche portato la sofferenza, la rabbia, la colpevolezza e tutte le altre emozioni  dei Reggenti di Atlas. Come se non bastassero tutti questi cambiamenti, Aisha, Duncan, Dean ed Aurora si sono ritrovati ad affrontare nemici potenti quanto loro ma resi molto più pericolosi da una Guida che ha corrotto le loro menti ed usato i loro sentimenti per stringerli nella sua morsa...

Non girerò attorno alla storia, sarebbe troppo lungo da raccontare e troppo pieno di sentimenti per
una sola pagina, ma vi parlerò ancora di questi coraggiosi ragazzi. Ma sul post c'è un titolo preciso e mi devo attenere all'ultimo romanzo di questa, emotivamente distruttiva, saga. 

Alla fine siamo riusciti a tornare nella giusta linea temporale, si siamo, perché io ero con loro attimo dopo attimo, e non è tornato tutto come prima, le cose tremende accadute a Nuova Scozia sono state devastanti per l'anima dei ragazzi e hanno lasciato delle cicatrici, alcune davvero troppo dolorose e profonde. Sopratutto per Duncan, già consumato da tutti i ricordi e le emozioni di Ulkart e dal suo passato non proprio rose e fiori. 
Ma in questo ultimo libro entreremo in empatia anche con gli "altri Eredi" che altri non sono più, soffriremo con loro e scopriremo perché abbiano seguito la Guida nella sua assurda missione. Missione di cui verremo definitivamente a conoscenza alla fine del libro, sconvolgenti rivelazioni annesse. 

Detto ciò devo ammettere che, mannaggia Criminal Minds, ho scoperto l'identità della Guida, e di una certa altra cosa, a metà romanzo! Ovviamente la conferma l'ho avuta quando anche gli Eredi l'hanno scoperto. Ahh se solo mi rosicchiassi le unghie le mie dita avrebbero sanguinato! Un colpo al cuore dietro l'altro. Ovviamente non mi aspettavo tutto quel macello ad Ogni Dove, no no.

Comunque, ci sono questi momenti dove tutti gli Eredi intraprendono un viaggio alla ricerca dei Manoscritti del Destino, e credo che siano momenti importanti, dove si scoprono un sacco di cose sulla vita che Alaister, Brianna, Gloria e Liam conducevano prima di essere rintracciati dalla Guida. I momenti fra Liam e Aurora in particolare sono molto coinvolgenti ed emotivi. 
Strano ma vero, anche Gloria sviscererà particolari pensieri che fin'ora aveva tenuto per se rivelando una certa dose di fragilità. Ovviamente nulla di smielato, è pur sempre Gloria, la Reggente del fuoco...
Il rapporto teso che c'è sempre stato fra Duncan e Dean si è lentamente trasformato in amicizia nel corso di tutti quei mesi, sopratutto dopo tutto quello che è accaduto nel precedente libro. Anche se non lo ammetterebbe mai Duncan aveva bisogno di averlo al fianco in alcuni momenti, non gli avrebbe fatto bene restare da solo con i suoi pensieri. 
Il modo in cui ognuno di loro è cresciuto durante questo pesante percorso, vi dico che sono cambiati molto, mantenendo sempre il loro caratteraccio o la loro dolcezza sono diventati forti. Dei veri e proprio Reggenti.

In questo ultimo libro entrano in scena nuovi personaggi di cui non sapevamo l'esistenza e verranno portate alla luce delle storie sepolte che sconvolgeranno tutti. Importanti tasselli della storia che chiuderanno il cerchio. I ragazzi dovranno affrontare finalmente la Guida, l'Eletto e tutti i loro compari, davvero molto carichi di rancore e sicuri che le loro azioni siamo nel giusto. 
Insomma un sacco di novità e momenti emozionanti. Scene strappalacrime e scene ricche di adrenalina che porteranno ad un finale assolutamente perfetto e sconvolgente! 

Mi ero ripromessa di non finire questo libro in pochi giorni, di tirare la corda il più possibile per non abbandonare, anzi essere abbandonata, da questi ragazzi e dalla loro storia, ma aimè, le parole scorrevano molto più veloce dei primi volumi. Non c'era un momento in cui potevo lasciare la lettura, davvero, ogni frase, ogni parola portava per forza alla seguente. Non potevo di certo lasciare a metà tutte quelle ricerche e quelle emozioni!
E approposito di emozioni, fra Duncan ed Aisha io ero morta eh. Voglio dire, sono cosi forti e coraggiosi, combattenti nati che vanno avanti anche se non sanno la strada da percorrere, resi forti da Ulkart e Cassandra. Senza nulla togliere agli altri, altrettanto intrepidi ed intelligenti, che saranno messi a dura prova. Ah e che prove! 

Questa saga mi ha portato molto più che momenti di distrazione per un'altro mondo, mi ha portato letteralmente nel suo mondo, mi ha permesso di capire appieno i suoi personaggi ed innamorarmene perdutamente, chi più chi meno, e insomma, mi hanno anche incoraggiato ed insegnato nuove cose, cose importanti. 

E poi, chi lo sa, magari in mezzo alla nebbia delle Highlands Scozzesi non ci sia davvero un posto come Ogni Dove, che da qualche parte fra di noi non ci siano dei ragazzi che in loro portano i poteri degli Elementi ereditati da dei potenti ed antichi Reggenti di un'altro mondo oramai scomparso... 
Io ne sono certa, perché come potrebbero non esistere persone del genere? cosi straordinarie, cariche di un dolore profondo e lacerante ma ricche di speranza...

Non potrò mai smettere di essere grata per aver incrociato il destino di questa fortunata saga e della sua estremamente dolce autrice Veronika Santiago. <3 

xoxo -J 



2 commenti:

  1. Grazie a te, cara, per aver amato i "miei ragazzi" quanto me e avermi accompagnato, libro dopo libro, fino alla fine di quest'avventura <3
    E poi chissà, forse un giorno, varcheremo nuovamente la Nebbia...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' stato davvero un'onore per me <3 questa storia mi è entrata nel cuore e non credo lo lascerà mai...

      Elimina